Uova rotte: cosa fare con i tuorli e gli albumi? Possiamo conservarli correttamente per evitare sprechi alimentari mantenendo intatte le proprietà organolettiche e nutritive e averli sempre a disposizione per le nostre ricette: farlo è molto semplice ma, come sempre quando parliamo di alimenti crudi e quindi facilmente soggetti a deterioramento e proliferazione batterica, è fondamentale seguire alcune semplici regole. Se aprendo la confezione delle uova hai notato che alcune si sono rotte o se dopo aver cucinato, sono avanzati tuorli o albumi, ti basterà seguire i nostri consigli per conservarli in modo semplice e senza errori, in frigorifero o in freezer.

Come conservare gli albumi delle uova

L’albume è la parte bianca e gelatinosa delle uova che troviamo intorno al tuorlo: svolge un’azione protettiva e conservante, è ricco di sali minerali e proteine e povero di calorie. Gli albumi vengono impiegati principalmente in pasticceria, possono aiutarci a portare in tavola piatti nutrienti e gustosi ma spesso ci troviamo a doverli conservare: come fare?

Conservare gli albumi crudi delle uova è molto facile e sicuro, occorre però rispettare alcune semplici regole per evitare che si deteriorino velocemente, diventando facile preda di pericolose proliferazioni batteriche. Nel particolare, ecco come conservare gli albumi:

  • Contenitore: gli albumi andranno conservati in contenitori puliti e ben igienizzati, meglio se in vetro o plastica. Assicurati che il contenitore sia pulito e che il coperchio aderisca ermeticamente, in questo modo potrai scongiurare la presenza di ossigeno e l’attivarsi del processo di ossidazione, giurato nemico di una lunga conservazione.
  • Luogo e tempi di conservazione: gli albumi delle uova devono essere conservati a bassa temperatura quindi in frigorifero o in freezer. In frigorifero possiamo conservare gli albumi per un massimo di tre giorni, se invece decidiamo di congelarli i tempi di conservazione salgono a sei mesi. Per scongelare correttamente gli albumi basterà lasciarli in frigorifero per una notte così da evitare un eccessivo e potenzialmente dannoso sbalzo termico.
  • Etichetta: se scegliamo di congelare gli albumi, non dimentichiamo di riporre un‘etichetta che riporti la data di conservazione.

Come conservare i tuorli delle uova

Molto spesso le ricette prevedono la separazione degli albumi dai tuorli e l’utilizzo solo della parte bianca: in questi casi possiamo scegliere di riciclare i tuorli e renderli protagonisti di piatti sfiziosi oppure conservarli, in frigo o in freezer. Vediamo nel dettaglio come fare:

Frigorifero: possiamo conservare gli albumi in frigo per un massimo di 24 ore, rigorosamente in un contenitore igienizzato e chiuso ermeticamente.

Freezer: per conservare i tuorli per un tempo più lungo, possiamo congelarli. In questo caso, dovremo sbatterli leggermente e aggiungere un pizzico di sale o di zucchero (basteranno uno o due grammi per ogni tuorlo): la componente granulosa tende a stabilizzare i tuorli che con le basse temperature tendono a diventare granulosi. In alternativa, possiamo sistemarli interi nelle formine per il ghiaccio, ricordandoci di aggiungere sempre un grammo di sale.

Tempo: congelati correttamente, i tuorli possono essere conservati per un massimo di sei mesi, avendo cura di scongelarli in frigo per evitare sbalzi termici.

Uova rotte: come comportarsi

Cosa fare se, arrivati a casa, ci si accorge che le uova si sono rotte e che i gusci presentano crepe e ammaccature? Le uova sono ingredienti molto delicati e facilmente soggetti a proliferazione batterica, motivo per cui occorre fare molta attenzione: se siamo certi di averle acquistate intere e che molto probabilmente si sono rotte nel tragitto verso casa possiamo semplicemente aprirle in una ciotola, sigillare con della pellicola per alimenti e conservarle in frigo per 24 ore. Se abbiamo anche solo il dubbio che le uova fossero rotte già al momento dell’acquisto, non pensiamoci troppo: le uova andranno buttate.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.