Molte casalinghe, conoscendo i benefici del pesce e il suo sapore, spesso si rifiutano di cucinarlo, preferendo prodotti più semplici con i quali tutto è semplice e immediato. Ma lavorare con diversi tipi di pesce è facile, purché si conoscano le regole di base e si sappia cosa non fare in ogni caso. Tenendo a mente solo 10 divieti, è possibile cucinare in modo delizioso e corretto.

Divieto di friggere il pesce

La frittura è il modo più semplice per riscaldare il pesce e spesso è il metodo di cottura preferito da tutti, ma non si può dire lo stesso per i cibi bolliti o al vapore. Per rendere il pesce davvero gustoso e succoso è necessario essere consapevoli dei principali divieti, il cui mancato rispetto può rovinare il pasto:

Bassa temperatura della padella. La superficie deve essere necessariamente ben riscaldata prima della frittura, altrimenti si dovrà rimuovere il prodotto attaccato a pezzi.

Rotazione frequente. Durante la frittura, sulla superficie del pezzo si forma una crosta che aiuta a trattenere l’umidità all’interno del prodotto. Considerando la fragilità del pesce durante la cottura, è meglio ridurre al minimo il numero di capovolgimenti e altre influenze meccaniche sulla padella. Se il prodotto viene toccato troppo spesso, la crosta si danneggia e il liquido fuoriesce, causando un aspetto sgradevole, una consistenza compromessa e una succosità insufficiente.

Scongelare con il calore o con l’acqua calda. L’unico modo corretto per scongelare un prodotto delicato come il pesce è spostarlo da un congelatore con temperature sotto lo zero a un frigorifero dove viene mantenuto a una temperatura bassa ma superiore. Se viene messa in acqua calda, lasciata scongelare al caldo o gettata direttamente in padella, la carne si stacca e non è più possibile cucinarla in un unico pezzo.

Pesce di fiume senza ammollo. Tutti i tipi di pesci di fiume hanno un odore e un sapore specifici di limo e alghe. Inoltre, l’acqua dolce è un ambiente più favorevole allo sviluppo dei microrganismi rispetto all’acqua salata del mare e richiede quindi un trattamento supplementare. Per eliminare gli odori e disinfettare la carne, è necessario immergerla in acqua fredda per 1-2 ore, quindi metterla in una soluzione salina (un cucchiaio per bicchiere d’acqua) per 10-15 minuti.

Sottocucina. Il pesce (sia di fiume che di mare) può contenere parassiti e microrganismi pericolosi, quindi è meglio non mangiarlo crudo. Quando si frigge bisogna assicurarsi che il pezzo sia completamente cotto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.